Di seguito una breve spiegazione su come utilizzare

  • tar
  • tar.gz
  • tar.bz2

Creazione di nuovi archivi

    # tar -cvf nome_archivio.tar nome_cartella_da_comprimere

Estrazione di archivi

    # tar -xvf nome_archivio.tar 

Elenco del contenuto ( senza alcuna estrazione dei files presnti nell’archivio )

    # tar -tf nome_archivio.tar 

Le opzioni usate hanno i seguenti significati :

c: creazione di  un nuovo archivio
f: specifica se un file è da estrarre oppure è da creare
x: estrae un archivio compresso
t: permette di visualizzare il contenuto degli archivi senza estrarne il contenuto stesso
v: visualizza in output informazioni sui file

L’utilizzo dell’utility  “tar” consente di archiviare, e  non riduce quindi lo spazio occuato dai file.

Le utility “gzip” e “bzip2”, invece  comprimono ma non archiviano, quindi combinandone l’utilizzo (aggiungendo una z, gzip, o j, bzip2, alle opzioni del comando tar) possiamo generare degli archivi compressi.

    Comprimere archivi con gzip (.tgz o tar.gz)

    #  tar -czvf nome_archivio.tgz nome_cartella_da_archiviare

    Comprimere archivi con bzip2 (.tar.bz2)

    # tar -cjvf nome_archivio.bz2 nome_cartella_da_archiviare

    Decomprimere archivi creati con gzip (.tgz o tar.gz)

    # tar -xvfz ./nome_archivio.tgz

    Decomprimere archivi creati con bzip2 (.tar.bz2)

    # tar -xjvf ./nome_archivio.tar.bz2

    Listare il contenuto degli archivi compressi

    # tar -ztf nome_archivio.tar.gz

I mercati rionali sono una forma distributiva importante nel panorama italiano, grazie alla freschezza dei prodotti, alla complementarietà di assortimento, al buon rapporto qualità/prezzo e alla comodità di spesa.

Quando si è nella propria città o in vacanza, può capitare di volersi recare presso un mercato per poter effettuare acquisti a prezzi ridotti, oppure per fare una semplice passeggiata tra le bancarelle per assaporare il “clima” particolare del mercato. Però, spesso non si conoscono i luoghi e gli orari in cui si svolgono i mercati, non si sanno quali tipologie di bancarelle sono presenti e soprattutto quali ambulanti sono presenti.

Utilizzando “Open Data” messi a disposizione dagli enti pubblici con informazioni relative ad ubicazione dei mercati, numero di banchi, tipologia, giorni ed orari di mercato, informazioni fornite dagli ambulanti e dagli utenti dell’applicazione, con Mercati In Tasca non ci saranno più segreti.

L’applicazione Mercati InTasca ti consente di avere sempre le informazioni dei mercati rionali, con diverse possibilità di ricerca ed interazione:

  • Ricerca nell’area circostante la propria posizione.
  • Ricerca per Indirizzo.
  • Ricerca per giorno di svolgimento del mercato.

SCARICA L’APPLICAZIONE GRATUITA !!!

Android app on Google Play

IOS app on Apple Store

SEGUICI SUI SOCIAL NETWORK !!!

https://fbcdn-profile-a.akamaihd.net/hprofile-ak-xpf1/v/t1.0-1/p50x50/10407291_660920887306623_6175074563602962791_n.png?oh=27481d83c5e1796db2fdf515ddee14d8&oe=55DD3695&__gda__=1441133118_66161fac59e8ea560b9a0be4943ab6a1

https://pbs.twimg.com/profile_images/1206413811/at-twitter_normal.png

 

Formato di visualizzazione predefinito per il campo data in Oracle SQL Developer

Per i campi data, per impostazione predefinita SQL Developer visualizza i dati in data unica, senza tempo.

Per  visualizzare il tempo occorre eseguire le  seguenti operazioni:

  •  Da SQL Developer, aprire il menu Strumenti >> Preferenze.
  •  Dalla finestra di dialogo Preferenze, selezionare Database e successivamente NLS parametri dal pannello di sinistra.
  •  Dall’elenco dei parametri NLS, immettere DD-MON-RR HH24: MI: SS nel campo formato della data.
  •  Salvare e chiudere la finestra di dialogo, fatto!

Unix – Verifica spazio disco

Pubblicato: 13 gennaio 2014 in Unix
Tag:,

Come calcolare su Unix lo spazio disco ??

tramite il comando du (abbreviazione di disk usage, utilizzo del disco) è un comando dei sistemi operativi Unix e Unix-like,il quale calcola e visualizza il totale dello spazio nel file system occupato dai file o directory specificate.

Tag Description
-a, –all write counts for all files, not just directories
–apparent-size
print apparent sizes, rather than disk usage; although the apparent size is usually smaller, it may be larger due to holes in (‘sparse’) files, internal fragmentation, indirect blocks, and the like
-B, –block-size=SIZE use SIZE-byte blocks
-b, –bytes
equivalent to ‘–apparent-size –block-size=1
-c, –total
produce a grand total
-D, –dereference-args
dereference FILEs that are symbolic links
–files0-from=F
summarize disk usage of the NUL-terminated file names specified in file F
-H like –si, but also evokes a warning; will soon change to be equivalent to –dereference-args (-D)
-h, –human-readable
print sizes in human readable format (e.g., 1K 234M 2G)
–si like -h, but use powers of 1000 not 1024
-k like –block-size=1K
-l, –count-links
count sizes many times if hard linked
-m like –block-size=1M
-L, –dereference
dereference all symbolic links
-P, –no-dereference
don’t follow any symbolic links (this is the default)
-0, –null end each output line with 0 byte rather than newline
-S, –separate-dirs
do not include size of subdirectories
-s, –summarize
display only a total for each argument
-x, –one-file-system
skip directories on different file systems
-X FILE, –exclude-from=FILE
Exclude files that match any pattern in FILE.
–exclude=PATTERN Exclude files that match PATTERN.
–max-depth=N
print the total for a directory (or file, with –all) only if it is N or fewer levels below the command line argument; –max-depth=0 is the same as –summarize
–time show time of the last modification of any file in the directory, or any of its subdirectories
–time=WORD
show time as WORD instead of modification time: atime, access, use, ctime or status
–time-style=STYLE show times using style STYLE:
full-iso, long-iso, iso, +FORMAT FORMAT is interpreted like ‘date’
–help display this help and exit
–version
output version information and exit

 

Esempio:

du -sh *
questo comando elenca tutte le cartelle ed il loro relativo spazio occupato.

Come fare a scrivere in una unica “echo” più stringhe a capo ??

Semplice , basta abilitare -e , che abilita gli escape.

Se scriviamo echo -e “Stringa1\nStringa2\nStringa3”

il risultato sarà il seguente

Stringa1
Stringa2
Stringa3

Se dobbiamo inviare una e-mail con un file allegato tramite script di shell o prompt dei comandi in Unix o Linux, è possibile utilizzare mutt un client di posta elettronica basato su terminale per i sistemi Unix-like.

Mutt è un piccolo ma potente programma di testo per la lettura di posta elettronica in sistemi operativi UNIX / Linux.

Mutt è un Mail User Agent  e non è possibile inviare e-mail senza un adeguato server di posta elettronica, ed occorre avere  un Mail Transfer Agent .

Come installare client di posta mutt

Se mutt non è installato, utilizzare i comandi apt-get o yum o up2date come segue (è necessario effettuare il login come utente root).

Debian / Ubuntu Linux user digitare il seguente comando per installare il client mutt:
# Apt-get install mutt
Fedora / CentOS o Red Hat Enterprise Linux (RHEL) comando seguente tipo di utente di installare mutt:
# Yum install mutt
OR (versione RHEL <= 4)
# Up2date mutt
FreeBSD tipo di utente il seguente comando per installare mutt tramite comando pkg_add:
# Pkg_add-v-r mutt



Come inviare allegati di posta elettronica da un prompt dei comandi?

Utilizzare il comando mutt come segue per inviare una e-mail con allegato:

$ Mutt-s "Test Mail"-a / allegati / nomefile.csv mail@dominio.com </ dirmessage / messaggio.txt



I valori utilizzati sono :

mail@dominio.com – è il destinatario della e-mail.
/ dirmessage / messaggio.txt – è il corpo del messaggio e-mail.
-A / allegati/ nomefile.csv – è l’allegato che vogliamo inviare .
-S “Test Mail” – è la riga che verrà visualizzata come oggetto della e-mail.

Maggiori informazioni si possono trovare sul sito ufficiale di MUTT

Unix – Bash – Verificare un file vuoto

Pubblicato: 21 agosto 2013 in Bash, Unix

A volte prima di eseguire delle elaborazioni sui file , ci occorre verificare se un file è presente ed è vuoto, nel  linguaggio BASH possiamo utilizzare questa sintassi:

if [ `ls -l <nome_file> | awk '{print $5}'` -eq 0 ]
then
  echo 'Il File <nome_file> è vuoto'
else
  echo 'Il File <nome_file> contiene dati.'
fi